Logo Rai3


Gli Archivi della Storia

Il segreto di Mussolini

In onda venerdì 13 agosto 2010 alle 21.10

    » Segnala ad un amico

    di Fabrizio Laurenti e Gianfranco Norelli. Con la partecipazione di Vladimiro Polchi e Alberto Melloni, ordinario di storia contemporanea nell'Università di Modena e Reggio Emilia


    Il film documento - cui Marco Bellocchio ha dichiarato di essersi ispirato nella realizzazione del suo film “Vincere” - ripercorre le tappe della storia drammatica di Benito Albino, figlio di Benito Mussolini e di Ida Dalser, nato nel marzo del 1915 da un’appassionata storia d’amore iniziata nel 1913, quando Mussolini era ancora giovane direttore del quotidiano socialista “l’Avanti”.

    Attraverso testimonianze e documentazioni esclusive “Il segreto di Mussolini”  racconta questa storia che se non fosse vera e tragica si potrebbe facilmente scambiare per un drammatico ed avvincente romanzo d’appendice: un bambino ignaro, una madre tradita e abbandonata, un padre potentissimo, irraggiungibile e innominabile.

    Quando la donna disillusa ed esasperata reclama i suoi diritti e quelli del figlio, viene brutalmente isolata, giudicata pazza e reclusa in manicomio.
    Il bambino viene prima messo in collegio e poi affidato alle cure di un tutore accondiscendente. Il tutore finirà per adottare il figlio di quell’uomo potente.
    Intanto la madre scappa dal manicomio, cerca di ricongiungersi col figlio e col resto della famiglia. Ma viene catturata e rinchiusa di nuovo. Morirà senza più rivedere il suo Benito Albino.

    Ma il ragazzo, ormai grande, non si rassegna. Sa chi è il vero padre e lo reclama, vuole poter pronunciare ad alta voce il suo vero cognome.
    Anche lui diventa “pericoloso”; anche per lui, lo stesso destino della madre. La presunta follia, il manicomio, la morte.
    Ida Dalser morirà in manicomio a Venezia nel 1937.
    Benito Albino morirà nel manicomio di Mombello nel 1942, a 26 anni.

    Rai.it

    Siti Rai online: 847